Smiley face

bologna
due agosto
verso una memoria condivisa

 

Un giorno che non ho mai dimenticato….

Quel giorno ero a casa, allora abitavo in Via Carracci, quindi vicinissimo alla stazione. Sentimmo un rumore strano, io pensai fosse un aereo o qualcosa di “normale”, mia mamma (che purtroppo conosceva la guerra) disse qualcosa come “mi sembra una bomba”…..Quando la terribile notizia cominciò a filtrare, ricordo che all’inizio si diceva fosse stata una fuga di gas. Io cominciai a temere per le mie amiche, partite in mattinata in treno per il mare.

Leggi Tutto

Io ero in cortile ed alla Bolognina era una tranquilla mattinata con uno splendido cielo azzurro. Bologna si preparava al letargo estivo, i 15 giorni d’agosto con tutti i negozi chiusi in cui per trovare il pane fresco dovevi girare tutto il quartiere. All’improvviso un botto tremendo e la gente che si affaccia, scende in strada si interroga e poco dopo cominciano ad arrivare le prime notizie: era saltata la stazione… Ricordo che in 5 minuti arrivai sul ponte di via Matteotti gremito di gente e vidi che un pezzo di stazione era sparito… dicevano che era esplosa una caldaia… poi gli autobus che partivano carichi di feriti e morti e la città ammutolita…

Ricordo condiviso da Andrea Bacci via > Contribuisci

Punti di sutura.

Era un sabato ed eravamo a pranzo. Dovevo uscire e andare nel magazzino dietro casa a prendere un melone ma il portone del garage era abbassato e potevo passare solo  strisciando per terra. All’andata tutto bene, al ritorno sono scivolata ed ho sbattuto contro lo spigolo. Il melone è caduto e si è rotto. Come la mia testa. Il sangue sulla faccia, il pronto soccorso e i miei primi punti di sutura proprio in mezzo alla fronte.

Leggi Tutto

Twitter / itsOriana_: Il #2agosto1980 io non ero ...

Il io non ero ancora nata, ma mio padre scampò alla strage perchè prima di partire decise di andare dal dentista.

? 1

Io ero li …..

Il 2 agosto 1980 avevo 23 anni e stavo completando il mio anno di militare, CAR a Pesaro, poi a Bologna, caserma Mameli in Viale Vicini 32 non lontano dalla stazione, dove tante volte avevo preso il treno per le mie licenze… per un toscano fare il militare a Bologna non era male, un permesso di 2 giorni ogni due settimane permetteva di scappare a casa.

Leggi Tutto

Io non ero ancora nata.

Ero nella pancia di mia mamma. Ma la mia amatissima nonna Teresa era infermiera a Villerbosa in quell’anno in cui aspettavano che venissi al mondo. Ogni anno, il 2 agosto, mi diceva sempre: “Io ero là. Sono stata chiamata per aiutare i feriti”. Mai, in nessuno dei tanti anni passati fino ad arrivare al 2003, mi ha voluto raccontare cosa ha visto in quelle giornate.

Ricordo condiviso da Sara via Contribuisci

Mangiavo una ciambella

io avevo sei anni ed ero in spiaggia a Marina di Pietrasanta. Mangiavo la ciambella seduta sulla sdraio. Mentre i miei genitori erano sgomenti davanti a me, io non riuscivo ad immaginare cosa poteva essere successo di tanto grave in una sala d’aspetto di una stazione…

Ricordo condiviso da Elena via Contribuisci